Le OO.SS. SUNIA, SICET, UNIAT e UNIONE INQUILINI denunciano quanto accaduto oggi 21/12/2012 al Senato in riferimento al maxiemendamento presentato dal Governo nel quale è stato azzerato il fondo di sostegno per l’affitto per gli inqulini in difficoltà.

Legge di stabilità, al Senato cancellato il fondo per gli inquilini in difficoltà

SUNIA, SICET, UNIAT e Unione Inquilini: gravissima insensibilità

del Governo per le famiglie più deboli

 

Al Senato, nel maxiemendamento presentato dal Governo alla legge di stabilità votato oggi, è stato azzerato il fondo di sostegno per l’affitto. Per SUNIA, SICET, UNIAT e Unione Inquilini si tratta di un dietrofront estremamente grave dopo che la Camera dei Deputati nella prima lettura del provvedimento, aveva approvato un testo in cui il finanziamento per l’aiuto agli inquilini rientrava in un fondo complessivo, con sette capitoli di spesa e un totale di 325 milioni di euro. Inspiegabilmente tutto questo è saltato al Senato. Il Fondo di sostegno all’affitto è oggi più che mai un aiuto indispensabile che dovrebbe essere concesso agli inquilini più deboli, quelli che hanno perso il lavoro, gli anziani, le famiglie in difficoltà che non sono più in grado di pagare l’affitto. Con 250mila sfratti nei prossimi tre anni,  i sindacati inquilini SUNIA, SICET, UNIAT e Unione Inquilini giudicano inaccettabile questo ennesimo taglio al settore degli affitti e alle famiglie più in difficoltà economica del Paese. Una decisione che imprime un marchio ulteriormente negativo sulle politiche sociali del Governo.

 

Roma, 21 dicembre 2012

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *