$$$$$$$ 19 luglio 2013 : Altro dhe edilizia sociale! SUNIA, SICET ed UNIAT ricorrono al Tar contro i canoni insopportabili del Social Housing concordati tra Comune di Roma e Costruttori. $$$$$$ ++++++++ 22 MAGGIO 2013 : sottoscritta con Fondazione ENPAM NOTA INTEGRATIVA per RINNOVO CONTRATTI LOCAZIONE immobili ad uso abitativo in Roma ++++++++++ $$$$$$$$$$ gli sfratti per finita locazione sono stati prorogati sino al 31 dicembre 2013 ££££££££ !!!!!!!!! ATTENZIONE : i LUNEDì e i MERCOLEDì POMERIGGIO NON possono essere accettate le PRENOTAZIONI on line !!!!!!!!!! +++++++ 11 OTTOBRE 2012 : sottoscritto il 2° Accordo Integrativo con la Fondazione ENASARCO per la dismissione del patrimonio immobiliare ..... +++++++ 10 LUGLIO 2012 : Lettera aperta al Comune di Roma e agli organi di stampa sul bando contributo all affitto 2011 ....... Si rende inoltre indispensabile una proroga della scadenza di almeno trenta giorni, non potendo i cittadini fruire dei necessari centri di assistenza fiscale, chiusi per ferie estive per oltre la metà del tempo di apertura del bando....... +++++++ 13 GIUGNO 2012 : Dismissione immobili ENASARCO. I Sindacati Sunia, Sicet e Uniat scendono in campo in sostegno delle fasce deboli e chiedono la modifica e la integrazione degli Accordi sottoscritti..... +++++++ 17 FEBBRAIO 2012 : il CdA della Fondazione ENPAM ha ratificato l ipotesi di Accordo con le OO.SS. per la dismissione del patrimonio immobiliare............. +++++++ 8 FEBBRAIO 2012 : comunicato a tutti gli iscitti SICET e CISL sulla situazione che si è venuta a creare nella dismissione del patrimonio ENASARCO ........


SONDAGGIO: in relazione ai canoni d'affitto nelle grandi città, pensi che....
 

Registrati
potrai usufruire di tutte le opportunità offerte da questo sito come la consulenza on-line

Iscriviti
potrai usufruire di molti vantaggi come consulenza e patrocinio legale

Videoteca
vuoi testimoniare un fatto o un momento significativo della tua esperienza di abitante della casa e del territorio ? Inviaci una FOTO o un VIDEO che saranno pubblicati nella nostra VIDEOTECA.

Bacheca
Inserisci i tuoi annunci e vedi tutte le inserzioni presenti.

Sondaggi
Partecipa ai ns. sondaggi e suggerisci anche tu il TUO: ci aiuterai ad aiutarti.


Rinnovo automatico del contratto di affitto

Art. 2   Legge n. 431/98
Modalità di stipula e di rinnovo dei contratti di locazione

Dopo la prima scadenza contrattuale, il rinnovo del contratto è automatico per la seconda scadenza. Se alla prima scadenza contrattuale hai ricevuto la disdetta, presso il SICeT potrai trovare assistenza e consulenza per affrontare e risolvere al meglio questo problema.

Se hai superato la prima scadenza contrattuale e avanza la seconda scadenza sappi che presso il SICeT potrai trovare assistenza e consulenza sia per la firma che per la registrazione o la ricerca di eventuali vantaggi previsti da una diversa tipologia di contratto.

cliccando "dove siamo" troverai tutti i modi in cui ci puoi contattare o venire a trovare.

 

Registrati

Hai necessità di assistenza e consulenza a Roma e nel Lazio per il rinnovo del contratto di affitto?  

 

CONTATTACI  

ti risponderemo

          

casa  Perché rimanere all'oscuro dei vantaggi che può offrire la Legge 431/98 con il contratto di locazione a canone concordato ?

 

 

il SICeT di Roma e Lazio assiste gli INQUILINI titolari di CONTRATTI d'affitto sia nella stipula che nella gestione del contratto e li organizza nei processi di DISMISSIONE degli immobili, sia nel caso in cui non vogliono o non possono comprare, sia che intendano arrivare al pieno possesso della loro prima casa. Quando si tratta di soggetti socialmente più deboli il SICeT li aiuta a raccogliere la documentazione e a presentare le domande per concorrere alle sovvenzioni previste dalla Legge contro il disagio abitativo....

 
 
Prima scadenza contrattuale :

Rinnovo del Contratto 

a "canone libero

della Legge n. 431/98

 

In questo caso, la prima scadenza contrattuale arriva al  quarto anno ed il Rinnovo è obbligatorio per altri 4 anni, salvo giustificati motivi di necessità del proprietario.

 

Rinnovo del Contratto 

a "canone concordato

della Legge n. 431/98

In questo caso, la prima scadenza contrattuale arriva al  terzo anno ed il Rinnovo è obbligatorio per altri 2 anni, salvo giustificati motivi di necessità del proprietario.

 

Rinnovo del Contratto 

"transitorio

della Legge n. 431/98

Anche in questo caso, alla prima scadenza contrattuale  il Rinnovo è obbligatorio per il periodo previsto dal contratto, salvo giustificati motivi di necessità del proprietario.

 

Mancato Rinnovo

Il locatore che non intende rinnovare il contratto dopo la prima scadenza, deve inviare all'inquilino con almeno 6 mesi di anticipo (fa fede il timbro di arrivo) una Raccomandata AR in cui si comunica la disdetta del contratto e se ne specificano i motivi.

 

 
 
 
Seconda scadenza contrattuale :

Rinnovo del Contratto 

a "canone libero

a "canone concordato

"transitorio

della Legge n. 431/98

 

Alla seconda scadenza contrattuale, il Rinnovo NON è obbligatorio: ciascuna delle parti può rinunciare al contratto oppure chiederne il rinnovo a nuove condizioni.

In mancanza di comunicazioni, il contratto si rinnova tacitamente alle medesime condizioni di prima.

 
Disdetta del proprietario

il locatore può comunicare all'inquilino che rinnoverà il contratto solo a certe nuove condizioni (aumento del canone, diversa tipologia contrattuale, ...): deve farlo con Raccomandata AR almeno 6 mesi prima della scadenza.

L'inquilino ha 60 giorni di tempo per dare una risposta scritta e tentare una trattativa. In mancanza di risposta il contratto è automaticamente risolto.

Il locatore può anche disdettare il contratto senza condizioni sempre con Raccomandata AR inviata 6 mesi prima della scadenza. L'inquilino può rispondere entro 60 giorni per tentare un accordo.

In mancanza di un accordo, alla seconda scadenza contrattuale l'inquilino deve lasciare libero l'immobile e restituirlo al proprietario nelle stesse identiche condizioni in cui lo aveva ricevuto.

Se ciò non avviene il locatore può iniziare la procedura di sfratto

 
 

 

Le modalità di stipula e rinnovo dei contratti di locazione e la disdetta del contratto da parte del locatore sono regolate dagli art. 2 e art. 3

del la Legge n. 431/98

Alla prima scadenza contrattuale è obbligatorio rinnovare il contratto all'inquilino salvo particolari necessità del locatore

 

Necessità del Locatore 

che giustificano il mancato rinnovo 

secondo la Legge n. 431/98

I motivi di necessità del locatore previsti dalla Legge sono i seguenti :

destinazione dell'immobile ad abitazione propria o di un familiare fino alla seconda generazione (genitori, figli, nonni, nipoti). Esclusi gli affini, cioè i parenti del coniuge.

destinazione dell'immobile ad uso professionale, artigianale o commerciale per sé stessi o un familiare di secondo grado.

messa in vendita dell'immobile: solo se il locatore non possiede nello stesso comune altri immobili oltre quello in cui risiede. L'inquilino avrà il diritto di prelazione.

se l'inquilino ha la disponibilità di un altro alloggio libero e idoneo per la propria famiglia nello stesso Comune in cui si trova l'abitazione in affitto.

se l'inquilino, senza giustificato motivo, ha cessato di occupare in modo continuativo l'appartamento.

se l'alloggio fa parte di un immobile gravemente danneggiato che deve essere ricostruito o richiede interventi di consolidamento strutturale. Il locatore deve avere regolare autorizzazione o concessione edilizia per l'esecuzione dei lavori rilasciata dal Comune.

se l'alloggio fa parte di un immobile per il quale è prevista l'integrale ristrutturazione o la demolizione o la trasformazione per realizzare nuove costruzioni. Il locatore deve avere regolare autorizzazione o concessione edilizia per l'esecuzione dei lavori rilasciata dal Comune.

se il locatore è una figura giuridica (società, ente, associazione cooperativa....) con finalità sociali, assistenziali, culturali, di culto, ... e intende destinare l'immobile all'esercizio di tale finalità e offre all'inquilino un altro alloggio idoneo alle sue esigenze familiari.

 

Risarcimento dell'inquilino 

se il Locatore non rispetta le necessità 

che giustificavano il mancato rinnovo 

secondo la Legge n. 431/98

Se, entro 12 mesi da quando il proprietario ha riottenuto la disponibilità dell'immobile locato, non sarà dato luogo alle motivazioni che hanno giustificato il rilascio dell'abitazione, l'inquilino dovrà essere risarcito con una cifra pari a 36 mensilità oppure gli dovrà essere restituito l'appartamento alle stesse condizioni di prima.

 

 

puoi anche prendere un APPUNTAMENTO  con un nostro ESPERTO presso una delle nostre sedi sia ora on-line sia telefonicamente

 

se hai in corso una vertenza e sei un ISCRITTO o un ADERENTE puoi prendere un APPUNTAMENTO con un nostro LEGALE presso una delle nostre sedi sia ora on-line sia telefonicamente

 
                                                  torna su

 

 
  

 

Sede Regionale a Roma
Via Napoleone III, 6
00185 Roma

Tel/Fax: 06 4940935
              06 4468167
             06 4453728
e-mail: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 
cartina lazio
 
 il SICeT di Roma e Lazio comprende 4 strutture territoriali (VT, RI, FR, LT) e una segreteria regionale (RM) che, grazie alla presenza di esperti e consulenti, supportano sul tema della casa e su tutte le problematiche connesse all'abitare oltre 23.000 contatti annui a circa 8.500 iscritti.

 i tuoi consigli e suggerimenti
CONTATTACI
non sei registrato?
REGISTRATI