$$$$$$$ 19 luglio 2013 : Altro dhe edilizia sociale! SUNIA, SICET ed UNIAT ricorrono al Tar contro i canoni insopportabili del Social Housing concordati tra Comune di Roma e Costruttori. $$$$$$ ++++++++ 22 MAGGIO 2013 : sottoscritta con Fondazione ENPAM NOTA INTEGRATIVA per RINNOVO CONTRATTI LOCAZIONE immobili ad uso abitativo in Roma ++++++++++ $$$$$$$$$$ gli sfratti per finita locazione sono stati prorogati sino al 31 dicembre 2013 ££££££££ !!!!!!!!! ATTENZIONE : i LUNEDì e i MERCOLEDì POMERIGGIO NON possono essere accettate le PRENOTAZIONI on line !!!!!!!!!! +++++++ 11 OTTOBRE 2012 : sottoscritto il 2° Accordo Integrativo con la Fondazione ENASARCO per la dismissione del patrimonio immobiliare ..... +++++++ 10 LUGLIO 2012 : Lettera aperta al Comune di Roma e agli organi di stampa sul bando contributo all affitto 2011 ....... Si rende inoltre indispensabile una proroga della scadenza di almeno trenta giorni, non potendo i cittadini fruire dei necessari centri di assistenza fiscale, chiusi per ferie estive per oltre la metà del tempo di apertura del bando....... +++++++ 13 GIUGNO 2012 : Dismissione immobili ENASARCO. I Sindacati Sunia, Sicet e Uniat scendono in campo in sostegno delle fasce deboli e chiedono la modifica e la integrazione degli Accordi sottoscritti..... +++++++ 17 FEBBRAIO 2012 : il CdA della Fondazione ENPAM ha ratificato l ipotesi di Accordo con le OO.SS. per la dismissione del patrimonio immobiliare............. +++++++ 8 FEBBRAIO 2012 : comunicato a tutti gli iscitti SICET e CISL sulla situazione che si è venuta a creare nella dismissione del patrimonio ENASARCO ........



Registrati
potrai usufruire di tutte le opportunità offerte da questo sito come la consulenza on-line

Iscriviti
potrai usufruire di molti vantaggi come consulenza e patrocinio legale

Videoteca
vuoi testimoniare un fatto o un momento significativo della tua esperienza di abitante della casa e del territorio ? Inviaci una FOTO o un VIDEO che saranno pubblicati nella nostra VIDEOTECA.

Bacheca
Inserisci i tuoi annunci e vedi tutte le inserzioni presenti.

Sondaggi
Partecipa ai ns. sondaggi e suggerisci anche tu il TUO: ci aiuterai ad aiutarti.


INTERVENTI DEL SICET SUNIA E UNIAT SU DECRETO LEGGE IMU
 Image 
 Decreto IMU, SUNIA, SICET e UNIAT alla Camera dei Deputati: "tagliare la spesa improduttiva della cedolare secca per liberare risorse da destinare al fondo morosità. Inaccettabile scaricare sugli inquilini una parte della service tax".
 
 

SUNIA, SICET, UNIAT nel corso dell’audizione presso le Commissioni Finanze e Bilancio della Camera dei Deputati, hanno illustrato le proposte per affrontare la drammatica crisi abitativa da inserire nel Decreto Legge sull’IMU.

 

Queste in sintesi le rivendicazioni:

 

§        un finanziamento adeguato per Fondo sociale e Fondo per le morosità incolpevoli. Positivo il fatto che si riconosca la necessità di affrontare il problema dell’enorme numero di sfratti per morosità ma assolutamente insufficiente lo stanziamento. 100 milioni di euro ripartiti in due anni a partire dal 2014, oltre ad essere irrisorio, rimanda ai prossimi anni un intervento che invece dovrebbe essere immediato. Concentrare le risorse nel 2013 e portarle almeno a 300 milioni di euro è il minimo indispensabile per affrontare la situazione.

 

§        Abbassare gli affitti. Per diminuire il numero degli sfratti per morosità bisogna abbassare gli affitti! Per questo SUNIA, SICET, UNIAT chiedono di abolire la cedolare secca sui contratti liberi il cui unico risultato è stato quello di regalare dai 500 agli 800 milioni di euro ai proprietari più ricchi, e mantenerla solo per i contratti concordati con l’obiettivo di aumentarne il numero e quindi contenere il livello complessivo degli affitti. Inoltre le risorse recuperate possono essere destinate al fondo sociale ed a quello per le morosità incolpevoli.

 

§        Recuperare risorse con la lotta all’evasione. Una parte importante di risorse può e deve derivare dal contrasto all’evasione nel settore delle locazioni. Circa 3 miliardi all’anno sfuggono al fisco, risorse che potrebbero essere destinate ad un grande programma di edilizia popolare centrato sul recupero e la riqualificazione dell’esistente. Oltre all’intensificazione dei controlli è necessario introdurre due misure: la tracciabilità dei pagamento degli affitti e la detraibilità dei canoni pagati dal reddito degli inquilini.

 

§        Abolire l’IMU sulle case di edilizia pubblica. I quartieri popolari hanno bisogno di essere riqualificati, ridurre le disponibilità economiche degli Enti di gestione attraverso l’IMU è un errore perché impedisce anche la manutenzione ordinaria.

 

§        No alla tassa sui servizi agli inquilini. Per abolire l’IMU anche ai proprietari di abitazioni di lusso si vorrebbe far pagare la futura tassa sui servizi che dovrebbe sostituire l’IMU, agli inquilini. E’ una ipotesi inaccettabile perché scaricherebbe sulle spalle dei più deboli le conseguenze di una scelta profondamente sbagliata. Governo e Parlamento devono abbandonare questa strada se non vogliono rendersi responsabili di un ulteriore ed ingovernabile aumento delle famiglie con sfratto per morosità.

 
 

Dec

 


 
 
< Prec.   Pros. >
  

 

Sede Regionale a Roma
Via Napoleone III, 6
00185 Roma

   Per appuntamento chiamare:

    Tel/Fax:06 4940935 
                  06 4468167 

      o scrivere una e-mail a: 

      Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 
cartina lazio
 
 il SICeT di Roma e Lazio comprende 4 strutture territoriali (VT, RI, FR, LT) e una segreteria regionale (RM) che, grazie alla presenza di esperti e consulenti, supportano sul tema della casa e su tutte le problematiche connesse all'abitare oltre 23.000 contatti annui a circa 8.500 iscritti.

 i tuoi consigli e suggerimenti
CONTATTACI
non sei registrato?
REGISTRATI