$$$$$$$ 19 luglio 2013 : Altro dhe edilizia sociale! SUNIA, SICET ed UNIAT ricorrono al Tar contro i canoni insopportabili del Social Housing concordati tra Comune di Roma e Costruttori. $$$$$$ ++++++++ 22 MAGGIO 2013 : sottoscritta con Fondazione ENPAM NOTA INTEGRATIVA per RINNOVO CONTRATTI LOCAZIONE immobili ad uso abitativo in Roma ++++++++++ $$$$$$$$$$ gli sfratti per finita locazione sono stati prorogati sino al 31 dicembre 2013 ££££££££ !!!!!!!!! ATTENZIONE : i LUNEDì e i MERCOLEDì POMERIGGIO NON possono essere accettate le PRENOTAZIONI on line !!!!!!!!!! +++++++ 11 OTTOBRE 2012 : sottoscritto il 2° Accordo Integrativo con la Fondazione ENASARCO per la dismissione del patrimonio immobiliare ..... +++++++ 10 LUGLIO 2012 : Lettera aperta al Comune di Roma e agli organi di stampa sul bando contributo all affitto 2011 ....... Si rende inoltre indispensabile una proroga della scadenza di almeno trenta giorni, non potendo i cittadini fruire dei necessari centri di assistenza fiscale, chiusi per ferie estive per oltre la metà del tempo di apertura del bando....... +++++++ 13 GIUGNO 2012 : Dismissione immobili ENASARCO. I Sindacati Sunia, Sicet e Uniat scendono in campo in sostegno delle fasce deboli e chiedono la modifica e la integrazione degli Accordi sottoscritti..... +++++++ 17 FEBBRAIO 2012 : il CdA della Fondazione ENPAM ha ratificato l ipotesi di Accordo con le OO.SS. per la dismissione del patrimonio immobiliare............. +++++++ 8 FEBBRAIO 2012 : comunicato a tutti gli iscitti SICET e CISL sulla situazione che si è venuta a creare nella dismissione del patrimonio ENASARCO ........


SONDAGGIO: in relazione ai canoni d'affitto nelle grandi città, pensi che....
 

Registrati
potrai usufruire di tutte le opportunità offerte da questo sito come la consulenza on-line

Iscriviti
potrai usufruire di molti vantaggi come consulenza e patrocinio legale

Videoteca
vuoi testimoniare un fatto o un momento significativo della tua esperienza di abitante della casa e del territorio ? Inviaci una FOTO o un VIDEO che saranno pubblicati nella nostra VIDEOTECA.

Bacheca
Inserisci i tuoi annunci e vedi tutte le inserzioni presenti.

Sondaggi
Partecipa ai ns. sondaggi e suggerisci anche tu il TUO: ci aiuterai ad aiutarti.


Affittare una casa a Roma (canone concordato)
L'ACCORDO TERRITORIALE per il Comune di Roma sottoscritto tra le OO.SS degli inquilini e quelle dei proprietari in attuazione della Legge n. 431/98, art. 2, comma 3, prevede la stipula di contratti d'affitto agevolati ordinari (3 anni + 2), transitori e per gli studenti universitari. L’ambito di applicazione dell’Accordo è costituito dal territorio amministrativo del Comune di Roma.
Il territorio del Comune viene suddiviso in 165 micro zone omogenee come da allegato A, individuate dalle Agenzie per il Territorio. Per le zone omogenee come sopra individuate, vengono definite e riportate nello stesso allegato le 3 fasce di oscillazione dei canoni per valori al mq. mensile: fascia minima, fascia media, fascia massima.
Le parti stipuleranno i contratti individuali di locazione secondo i contratti-tipo (allegati B e B1) che prevedono l'aggiornamento del canone nella misura del 75% della variazione ISTAT.
 

mostra micro-zone di ROMA in ORDINE ALFABETICO per MUNICIPIO

 mostra micro-zone di ROMA in ORDINE ALFABETICO

 il SICeT a Roma

Il canone di locazione di ogni singola unità immobiliare è determinato dalle parti all’interno della fascia di oscillazione di cui all’allegato A e sulla base degli elementi oggettivi di cui all’allegato D. Per quanto attiene alla ripartizione degli oneri accessori fra locatore e conduttore, le organizzazioni stipulanti l'Accordo approvano la tabella come da allegato E.
I metri quadrati dell’unità immobiliare sono il risultato della somma dei seguenti elementi:
a) l’intera superficie calpestabile;
b) il 50% della superficie delle autorimesse singole;
c) il 20% della superficie del posto macchina in autorimesse di uso comune;
d) il 25% della superficie di balconi, terrazze, cantine ed altri accessori simili;
e) il 15% della superficie scoperta di pertinenza dell’immobile in godimento esclusivo del conduttore;
f) il 10% della superficie condominiale a verde corrispondente alla quota millesimale della unità immobiliare.
g) la superficie di cui alla lettera a) avrà una tolleranza per eccesso o per difetto pari e sino ad un massimo del 5%.La superficie dei vani con altezza inferiore a m. 1,70 è conteggiata al 70%.
Per gli alloggi con superficie interna compresa tra 46 mq. e 70 mq. la superficie è aumentata del 15% fino ad un massimo di 70 mq..
Per gli alloggi con superficie interna compresa inferiore a 46 mq. la superficie è aumentata del 20% fino ad un massimo di 50,6.
I suddetti limiti tengono conto della Sentenza della Corte Costituzionale n° 236 del 18/6/1987.

 

1) Le parti concordano che, limitatamente ai rinnovi contrattuali, gli incrementi riferiti alle superfici degli alloggi sino a 46 mq. non si applicheranno per i nuclei familiari composti esclusivamente da uno o due ultrasessantacinquenni, il cui reddito familiare non sia superiore a € 21.434,00 (limite di decadenza della Regione Lazio per gli alloggi ERP), da calcolarsi in base all’art. 21 comma primo della legge 457/78.

2) Il valore unitario al mq. delle fasce e delle subfasce di oscillazione potrà essere ridotto sino ad un massimo del 15% per gli alloggi la cui superficie sia pari o superiore ai 120 mq..

3) Ove le singole parti contraenti concordino una durata contrattuale superiore ad anni tre, la fascia di oscillazione dei canoni di cui all’allegato A, relativa al Comune e alle zone ove è ubicato l’immobile, potrà subire nei valori minimo e massimo un aumento del 4% per i contratti di durata di quattro anni, del 6%, per i contratti di durata di cinque o sei anni, del 10% per i contratti superiori a sei anni, a valere per l’intera durata contrattuale.

Per gli immobili di cui all’art. 1, comma 2, lett.a), L.43 1/98, le fasce di oscillazione dei canoni di cui al Comune o alle zone ove è ubicato l’immobile subirà nei valori minimo e massimo un aumento del 15% a valere per l’intera durata contrattuale.
Tale aumento sarà cumulabile con quello della fattispecie di cui al comma precedente, ove ricorrente.

Per le unità immobiliari completamente arredate con mobilio efficiente e non degradato, e con elettrodomestici completamente funzionanti, i valori delle subfasce potranno aumentare fino ad un massimo del 20%.

  

 mostra costo canone concordato in Euro/mq per micro zone
come da Allegato A dell'ACCORDO TERRITORIALE Comune di Roma in
              Municipio 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20
     ZONA     Centro   SemiCentro   Suburbana   Periferia
                micro-zone di ROMA (Allegato A) in ORDINE ALFABETICO per MUNICIPIO 
 micro-zone di ROMA in ORDINE ALFABETICO


indagine del SICeT di Roma e Lazio sull'affitto a canone concordato a Roma

Puoi richiedere una copia
della pubblicazione
qui a lato
presso le nostre sedi

 

 

GLOSSARIO

 

ACCORDO TERRITORIALE per il COMUNE di ROMA
 
Pros. >
  

 

Sede Regionale a Roma
Via Napoleone III, 6
00185 Roma

   Per appuntamento chiamare:

    Tel/Fax:06 4940935 
                  06 4468167 

      o scrivere una e-mail a: 

      Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 
cartina lazio
 
 il SICeT di Roma e Lazio comprende 4 strutture territoriali (VT, RI, FR, LT) e una segreteria regionale (RM) che, grazie alla presenza di esperti e consulenti, supportano sul tema della casa e su tutte le problematiche connesse all'abitare oltre 23.000 contatti annui a circa 8.500 iscritti.

 i tuoi consigli e suggerimenti
CONTATTACI
non sei registrato?
REGISTRATI