Mandato al Sicet

Mittente:

________________________

________________________

________________________

Spett.le

SICET – aderente alla Cisl

Sindacato Inquilini Casa e Territorio

Via Napoleone III° n. 6

00186 – ROMA

e, p.c. Spett.le

FONDAZIONE ENASARCO

Via A. Usodimare, 31

00154 – ROMA

OGGETTO: Iniziativa di dismissione del complesso immobiliare in Roma,

Via ; conferimento di mandato.

Spettabile Sicet,

il sottoscritto __________________________________________________________ nato a _________________________ il _________________, residente in ___________________ via _________________________________ n. _________ (tel. ______________________);

premesso

– che la Fondazione Enasarco è proprietaria di vari complessi immobiliari, tra i quali il compendio ubicato in Roma, Via _____________________________________________;

– che da notizie diffuse da vari organi di informazione si ricava con certezza che l’Ente predetto si è determinato ad alienare il compendio immobiliare di proprietà;

– che il sottoscritto, conducendo in locazione unità immobiliari ubicate presso il citato complesso, e precisamente l’appartamento ubicato al civico ______ scala ______ interno _________ (oltre alla cantina interno ________ ed al posto auto interno ______) ha interesse all’acquisto delle unità condotte come sopra in locazione;

– che il sottoscritto ha individuato nel SICET Roma e Lazio, Sindacato Inquilini Casa e Territorio (aderente alla Cisl) il soggetto idoneo a realizzare la necessaria tutela dell’interesse dell’inquilinato,

tutto ciò premesso e ritenuto, il sottoscritto

conferisce mandato

al SICET Roma e Lazio, Sindacato Inquilini Casa e Territorio, affinchè lo stesso:

a) assista convenientemente gli inquilini nelle trattative propedeutiche all’acquisto, nei rapporti da intrattenersi con l’Ente venditore e ciò al fine precipuo di ottimizzare le condizioni di acquisto e definire una procedura di dismissione compatibile, per tempi e modalità di attuazione, con le necessità espresse dall’inquilinato;

b) individui il soggetto attuatore della dismissione, quale strumento dotato di adeguata capacità giuridica, tecnica ed organizzativa, come tale idoneo a realizzare eventualmente ed auspicabilmente la compravendita in blocco del compendio (con le correlate economie, senza duplicazione di oneri fiscali per l’inquilinato);

c) definisca, d’intesa con il citato soggetto attuatore della dismissione, opportuni presidi volti ad assicurare idoneo grado di tutela delle classi più disagiate dell’inquilinato e quindi in definitiva prevedendo obblighi a carico del soggetto attuatore, orientati:

– ad assicurare il rinnovo del contratto di locazione, per periodi idonei, a favore dei conduttori che non intendano o non possano procedere all’acquisto dell’unità immobiliare;

– ad accordare la costituzione di diritti di usufrutto in presenza di situazioni soggettive qualificate.

Distinti saluti.

Il Conduttore

______________________